Il ghiaccio bollente di Dolores

“Potle, allora questo week end il meteo tiene … anzi sembra ottimo … che ti va di fare?” “Mah Kubo … io vorrei chiudere il capitolo Pal … abbiamo ancora quel paio di cosette sospese …” “Fatta, dopo passiamo da Pippo a recuperare Distox, mazzetta e piede di porco …” Continua a leggere →

Come gazzelle sulla neve

Come gazzelle, leggiadri sopra i mughi. La neve marcia, sprofondiamo. Ritorniamo alla galleria che occhieggia nascosta dal peccio. Scura e gonfia regala altre uscite. Ma un nuovo foro m’invita alla scoperta. Gallerie e meandri si susseguono. Mi perdo nel ventre, mai prima in esplorazione. Solo, giro e rigiro. Aspetto. (repetto?) Continua a leggere →

Grotta di Attila e la sella di Val Dolce

Per questo fine settimana avevo promesso alla figlia di pernottare in un bivacco assieme alla sua amica. Ho pensato da subito a una gita fatta una ventina d’anni addietro: il sentiero che dal Cason di Lanza porta al bivacco Lomasti (segnavia 439 -440 ) rientrando il giorno successivo per un tratto Continua a leggere →

Ricognizione sotto il Cjastelat

Dopo molti giorni di maltempo il weekend si preannuncia con meteo splendido e l’idea di andare a rilevare (e forse morire) in un buco recentemente scoperto da Pippo (vedrete…vedrete) certamente non mi attira. Per chi ha voglia di sole e neve propongo una ricognizione tra il Cjastelat e forcella Giais…. Continua a leggere →

Svelato (o quasi) il mistero del buco soffiante sul Giajdeit

A fine dicembre ricevo una mail da Pagu in cui scriveva: Ho letto sul libro ‘Per sentieri selvaggi’ che Mazzilis, descrivendo un percorso sul Monte Giaideit, cita:”La ripida salita… è resa assai interessante… dal passaggio vicino a un soffione di aria calda che in pieno inverno supera i venti gradi! Continua a leggere →

Raut +1000: la grotta NON continua (per fortuna)

E’ da inizio estate che Potle mi tenta con una “gitarella” in zone spelologicamente “vergini”. Finora nulla da fare. Poi come sempre mentre Giusto & Co. sfidano il Firn, io e Michele free soltanto la domenica decidiamo di dedicarci al Monte Raut. Il meteo è stupendo e decidiamo di partire Continua a leggere →

Val Alba

Un’escursione-pseudobattuta di zona nella magica cornice della riserva naturale della Val Alba (Moggio Udinese). Abbiamo individuato un paio d’ingressi che potrebbero promettere….ma quelli visitati chiudono dopo qualche metro. Viste le pessime condizioni meteo ci siamo concessi una lunga sosta al bivacco Bianchi. Cessata la pioggia siamo saliti fino alla forcella Continua a leggere →