Una banda de mostri……by the river of Tamaroz

By the river of Tamaroz
 
“Between the time when the Ocean drank Capodistria and the rise of the sons of Bianchetti there was an age undreamed of, and along to this Lollo and Rocco, destinated to explore the horrible meanders of WaterRollo upon a bloody sacrifice.
It is I, their Bubetz, who alone can tell you the story of this rapetagna. Let me tell you of the days of high adventure!”
 
 
 

WaterRollo prosegue inesorabile nelle viscere della montagna, e Lollo confessa di aver calcolato che mancano poco meno di 340 uscite per raggiungere la cima del Sart; beata fede, che non ha vacillato nemmeno di fronte al sifone che inesorabile chiudeva la progressione. Avvinti dal suo fascino animalesco ci lasciamo convincere a trascinare 7 sacchi speleosub fino al laghetto; sono il corredo nuziale di Spartaco, e siamo tutti trepidanti di assistere alla cerimonia..anche se tremanti rende di più l’idea.

Mentre Spartaco si spoglia e indossa la stagna per affrontare l’immersione mi vengono in mente le sue parole al vedere il folto gruppo di speleo radunatisi al bar di Resiutta sabato mattina presto: “Che banda de mostri!”

mostri

 

Cos’altro poteva infatti recuperare in un sabato di sole dopo tre giorni di pioggia a trasportare materiali per immersione in una risorgiva!?

Mostri..

Acqua infatti nel buco abbondava, e al sifone siamo arrivati bagnati come pulcini e stretti uno sull’altro come i medesimi; lo spazio era poco e per permettere a Spartaco di cambiarsi abbiamo dovuto stivarci alla speleo.

Splendida prestazione di tutti, dal Vecchio Balzarelli che ha ininterrottamente parlato per tutta la mezz’ora di immersione rendendoci più lieve l’attesa e impedendoci di fare pensieri sciagurati..

Abbiamo discorso della filosofia di Sung e della poesia del Kitaj, finchè dal sifone non è emerso Spartaco, blu come un tuareg; impacchettata in velocità la roba abbiamo guadagnato l’uscita e il calore del sole.

Risultato della giornata; sifone lungo 45 metri e profondo 15, oltre prosegue l’attivo con volumi importanti, e quindi se continua a scavar!!

vec

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.