Su e Zò per la Raccolana

Già lo scorso anno, scendendo da Sella Nevea dopo una punta in Firn, l’occhio ci era caduto sui neri circolari che si aprono lato Moelis sotto l’omonimo sentiero..la voglia di andarci a dare un’occhiata era tanta ma l’inverno incombente la settimana dopo era incombuto e finì lì.
Quest’anno si ritorna però, neve in quota è ancora tanta e il Firn dovrà aspettare, i buconi in parete no; convinco facilmente Fra che convince Det- ah!, il matrimonio.
Risaliamo dagli ultimi tornanti della Raccolana la vecchia strada militare che saliva a Sella Nevea che ci regala un aspetto finora sconosciuto a chi come noi il Canin lo conosce dai 1800 in su, un ambiente che tra conglomerati e risorgive sale con traversi e gallerie fino al sentiero delle Moelis..
Non avendo trovato nulla di interessante per strada seguiamo le Moelis per poi calarci lungo le pareti in doppia, individuando solo piccole nicchie che le ombre avevano reso interessanti.
Splendido ambiente, splendida gita..speriamo faccia caldo e sciolga i 10 metri di neve in conca dell’Ursich.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.